Le case e le cose

Le leggi razziali del 1938 e la proprietà privata

//Le case e le cose. Le leggi razziali del 1938 e la proprietà privata

Le case e le cose. Le leggi razziali del 1938 e la proprietà privata

2018-11-23T10:24:28+00:00 9 novembre 2018|
Un cortile della Torino del Dopoguerra tratto dai fondi fotografici dell’Archivio Storico della Compagnia di San Paolo.

Inaugurazione della mostra “Le case e le cose. Le leggi razziali del 1938 e la proprietà privata”
Conferenza di Fabio Levi e letture teatrali con Zahira Berrezouga

Mercoledì 21 novembre 2018, ore 17,30
Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo
Piazza Bernini, 5 – Torino

Mercoledì 21 novembre 2018, alle 17,30, la Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura della Compagnia di San Paolo – in occasione dell’inaugurazione della mostra Le case e le cose. Le leggi razziali del 1938 e la proprietà privata – ospiterà la conferenza di Fabio Levi dal titolo “Come gli ebrei furono colpiti nei loro beni” con letture teatrali di Zahira Berrezouga.

Novembre 1938: l’Italia fascistizzata assiste, indifferente, all’emanazione delle leggi razziali. Ottant’anni dopo, una mostra basata sui documenti dell’Archivio storico della Compagnia di San Paolo restituisce con impressionante nitidezza la “banale” drammaticità di uno dei momenti più bui della storia nazionale.

La mostra è realizzata nell’ambito del progetto 1938-2018. A ottant’anni dalle leggi razziali coordinato dal Museo Diffuso della Resistenza, Deportazione, Guerra, Diritti e della Libertà.

APERTURE della MOSTRA
22 novembre 2018 – 31 gennaio 2019
La mostra osserverà il seguente orario: lunedì-venerdì 16-19; 24/25 novembre 10-13; 26/27 gennaio 10-13
Nel periodo di apertura sono previste visite guidate per le scuole

Ingresso libero

Vai al sito web della mostra
Vai al comunicato stampa