Archivio

Una eccezionale collezione di fonti per la documentazione e lo studio della storia piemontese e nazionale.

Biblioteche

Fanno parte del patrimonio dell’Archivio anche due biblioteche, strettamente legate all’attività degli uffici in quanto formatisi come strumenti utili allo svolgimento del lavoro: la biblioteca giuridica e la biblioteca del Credito agrario.
La Biblioteca giuridica (più di mille trecento volumi) contiene raccolte otto-novecentesche di legislazione e giurisprudenza del Regno di Sardegna e del Regno d’Italia, quali gli Atti del Parlamento, gli Atti del Governo, la Collezione celerifera, la Gazzetta ufficiale, il Digesto Italiano, il Bollettino delle Opere Pie, il Bollettino dell’ispettorato per la difesa del risparmio, la Rivista amministrativa del regno, la Rivista del diritto commerciale, la Sinossi giuridica, il Foro subalpino e il Foro Italiano, la Giurisprudenza, le Imposte dirette.
La Biblioteca della sezione Credito agrario, acquisita nel 1995, comprende più di cinquecento volumi, tra saggi, atti di convegno, normativa, manualistica. Gli argomenti spaziano dagli aspetti più propriamente legislativi e finanziari del credito agrario all’economia e alla produzione agraria, al commercio estero, all’industria agroalimentare, alle forme di associazionismo e cooperazione, a temi quali energia e ambiente. Sono presenti aree tematiche più generali sulla banca, l’organizzazione del lavoro, il marketing, la gestione delle risorse umane.
Di grande interesse per la sua specificità è la manualistica tecnica e normativa inerente la produzione agricola: zootecnia, apicolutura, settore ortofrutticolo, ittica, pioppicultura, viticultura, allevamento bovino e altri settori. Molti manuali, così come altre pubblicazioni della biblioteca, furono editi dal San Paolo per fornire agli operatori e alla clientela utili strumenti.
Di natura diversa è la Biblioteca di supporto all’attività dell’Archivio Storico e agli utenti della sala di studio (circa milleduecento titoli), frutto non solo di acquisti ma anche di scambi con fondazioni e banche italiane ed estere, archivi, università, istituti culturali, imprese. Ampie sono le raccolte di inventari e altre pubblicazioni curate da archivi storici e di opere di carattere storico, culturale, economico edite da banche e imprese. Tra le aree tematiche si segnalano l’archivistica generale e speciale, la storia di Torino e del Piemonte, la storia dell’assistenza e dell’educazione. Fanno parte integrante della biblioteca gli studi scaturiti da ricerche effettuate presso l’Archivio e depositate dagli utenti, tesi di laurea e dottorato e pubblicazioni (circa una cinquantina).