Linee programmatiche

La linee programmatiche della Fondazione 1563 per il biennio 2012-2014.

1. Gestione dell’Archivio Storico della Compagnia di San Paolo

Il patrimonio documentario della Compagnia di San Paolo è la base per la ricostruzione della sua memoria e identità, ma costituisce anche una fonte importante per la storia. La conservazione e la tutela, l’incremento del patrimonio documentario mediante i nuovi versamenti, l’inventariazione e la predisposizione di altri strumenti di ricerca, la digitalizzazione dei fondi archivistici, la promozione di studi e ricerche hanno ricadute dirette e indirette sul tenore culturale e addirittura sullo sviluppo del territorio in quanto sono finalizzati a rendere fruibile per la comunità civile e scientifica il patrimonio documentario della Compagnia.
Tale finalità si esplica nella promozione di una cultura archivistica scientificamente fondata nei contesti vuoi del territorio piemontese vuoi delle reti (scientifiche, filantropiche e anche bancarie) in cui esso è inserito, nella promozione di studi storici, su base non soltanto locale, nell’attività didattica in collaborazione con
l’Università, oltre naturalmente all'assistenza e la consulenza in sala di studio. Nei Quaderni dell’Archivio Storico e nell’attuale grande progetto storiografico per il 450° anniversario (La Compagnia di San Paolo 1563-2013, vol. I e II, Torino, Einaudi, 2013), la ricostruzione della storia della Compagnia è strumento di conoscenza della storia sociale, politica, religiosa, educativa, economica, finanziaria, giuridica, artistica e letteraria di Torino e dell’Italia.

Sulla base della convenzione stipulata nel 2012 tra la Compagnia e la Fondazione, nel corso del triennio le attività dell’Archivio Storico proseguiranno all’interno delle principali aree di intervento – tutela, conservazione e restauro; gestione e ricezione dei versamenti; ordinamento e inventariazione; gestione della consultazione di utenti interni ed esterni nella sala di studio e a distanza; ricerche, studi, iniziative di valorizzazione – prestando, come si è detto, particolare attenzione allo sviluppo dei punti di contatto con gli studi sul Barocco.


Tutela, conservazione e versamenti

È in corso il trasferimento di ingenti quantitativi di documentazione nella nuova sede, recentemente restaurata, di Piazza Bernini, Torino.

Nel medesimo ambito si prospetta l’esecuzione di restauri sul materiale documentario dell’Archivio, con una particolare attenzione ai fondi fotografici conservati, che potranno essere oggetto di studio e di esposizione in occasioni opportune.

Per quanto concerne le nuove acquisizioni, si prevedono alcuni versamenti dall’Archivio di Deposito della Compagnia e degli Enti Strumentali, nonché da Intesa Sanpaolo, da attuare secondo meccanismi preventivamente concordati, con valutazione degli oneri corrispondenti e delle forme di convenzione. La Fondazione assumerebbe pertanto una funzione di consulenza strategica in materia archivistica per la Compagnia e gli Enti Strumentali.

Inventariazione e comunicazione

L’attività di inventariazione vedrà la prosecuzione di schedature e l’implementazione di repertori, come il repertorio degli atti inerenti l’antica Compagnia registrati nel Fondo dell’Insinuazione presso l’Archivio di Stato di Torino e la schedatura degli ordini del giorno degli Organi deliberanti del San Paolo nel XIX secolo.
Sarà inoltre avviato l’ordinamento di almeno un fondo archivistico (ad esempio il fondo del Servizio Personale dell’Istituto Bancario San Paolo di Torino, XIX secolo).

Proseguirà la campagna di microfilmatura e digitalizzazione di alcune serie dei fondi dell’Archivio di maggior consultazione e valore, in una prospettiva sia di conservazione sia di ampliamento della fruizione.

Verrà implementato il progetto di messa in rete dell’Archivio Storico, con l’affinamento dei riversamenti nel sistema informatico Gea, e l’adozione del modulo web, che potrà essere inserito nel sito della Fondazione. Si prevede la necessità di aggiornamento dell’area intranet creata per i ricercatori del Progetto 450° e la
programmazione di interventi di riversamento di alcune basi dati in versioni software aggiornate.

I servizi per gli utenti saranno sempre garantiti sulle due sedi torinesi di Vigna di Madama Reale e di piazza Bernini, con l’assistenza alla sala studio, l’effettuazione di ricerche, la supervisione su testi elaborati.

Il progetto di studi sulla storia della Compagnia di San Paolo (450° anniversario)

Un’importante attività sarà quella volta a valorizzare, attraverso seminari di studio e conferenze divulgative, le ricerche realizzate per il progetto editoriale promosso dalla Compagnia di San Paolo in occasione del 450° anno dalla fondazione, finalizzato alla pubblicazione in due volumi di un quarantina di saggi, corredati da ampi apparati iconografici sulla storia della Compagnia dalla sua istituzione ai giorni nostri.