Linee programmatiche

La linee programmatiche della Fondazione 1563 per il biennio 2012-2014.

2. Programma di Studi sull’Età e la Cultura del Barocco

Il Programma si propone come attivatore di una rete nazionale e internazionale di ricerca, con lo scopo di mettere in relazione studiosi e prodotti culturali su un tema che conserva grande interesse e attualità culturale.

La scelta di porre un programma di studi sul Barocco quale uno dei due polmoni dell’attività della Fondazione non è priva di precise e solide motivazioni: il Barocco ha avuto a Torino una declinazione originale, cui la città e il suo territorio devono una rilevante componente della loro fisionomia. Dedicare un programma di studi e ricerche di eccellenza in questo campo rappresenta anche un significativo contributo allo sviluppo di questa caratteristica storica e culturale della città. Torino, che negli ultimi anni ha aumentato la propria attrattività ed è oggi una meta di crescente turismo culturale in provenienza dall’Italia e dall’estero, è percepita come una “città barocca”. Come tale è importante che nel mondo internazionale della ricerca umanistica sia identificata come sede di eccellenza di progetti di ricerca.

Il programma potrà essere formulato a partire da una riflessione concreta sull’identità territoriale e sulle peculiarità proprie di una realtà storico-culturale, che seppe elaborare originali percorsi di conoscenza e offrire contributi sostanziali alla formazione della cultura europea. Lo studio del Barocco quale sistema culturale internazionale, che trovò nel Piemonte una sua originale declinazione, è un obiettivo significativo che, pur fondandosi su eccellenti tradizioni di studi storici e critici, necessita di essere messo in condizione di dare continuità e nuovi apporti. Esiste anche un obiettivo genuinamente generazionale: il programma intende
costruire opportunità di ricerca qualificata per giovani studiosi nel campo delle discipline umanistiche, ai quali il sistema accademico italiano mette a disposizione scarsissimi canali di crescita professionale.

Gli obiettivi e gli strumenti

Obiettivi:

  • promuovere studi sul patrimonio letterario e musicale-teatrale, artistico e architettonico, storico-politico e del pensiero dell’età barocca, con obiettivi di confronto nazionali e internazionali, attraverso l’attribuzione di borse di ricerca e l’attivazione di seminari di studio;
  • riservare particolare attenzione ai giovani ricercatori;
  • organizzare e conservare gli esiti delle attività di ricerca costituendo banche dati, fondi archivistici, fotografici e bibliotecari al servizio degli studiosi sia in sede sia sul web;
  • sviluppare un sistema efficace di relazioni con istituzioni culturali e di ricerca nazionali e internazionali;
  • sollecitare l’attenzione collettiva per sviluppare una sempre più efficace attività di salvaguardia del patrimonio, contribuendo, con le Istituzioni preposte, alla formazione di operatori culturali sensibili e preparati;
  • costruire un corretto rapporto con il sistema universitario e delle istituzioni culturali, ricercando occasioni collaborative, nel pieno rispetto delle responsabilità di ciascuna entità; promuovere, nei limiti dell'attività della Fondazione, la crescita qualitativa e reputazionale del sistema della ricerca.

Dal punto di vista metodologico, si evidenziano due punti fermi:

  • il Programma sarà aperto a tutte le discipline storiche, artistiche e letterarie; promuoverà inoltre il dialogo e il confronto tra saperi e tra risultati di ricerca generati in contesti disciplinari diversi;
  • verrà promossa e ricercata una dimensione comparatistica capace di rapportare la ricerca sui temi sull'area torinese e piemontese alla migliore ricerca europea e internazionale.

In questa prima fase di start-up, il programma triennale di studi sull’età e la cultura del Barocco porrà particolare attenzione alle procedure di valutazione dei progetti e di assegnazione di borse di studio, nonché all’attività di tutorato e di controllo della ricerca attraverso di esse sostenuta.

Fulcro dell’attività di servizio, nonché di incentivazione e sostegno per nuove leve scientifiche, sarà l’erogazione di borse di studio (vedi Bando 2013/14) per giovani ricercatori.

I temi della ricerca verranno indicati sulla base degli orientamenti espressi dal Comitato degli Advisors, ma potranno anche recepire eventuali proposte formulate autonomamente dai candidati. L’assegnazione delle borse sarà effettuata discrezionalmente dal Consiglio della Fondazione, sentito il Comitato degli Advisors.

Accanto alle borse, il programma di studi sull’età e la cultura del Barocco prevederà anche l’instaurazione di forme di collaborazione per attività di ricerca con qualificate Istituzioni scientifiche o singoli studiosi e l’organizzazione di conferenze e seminari, in cui i migliori risultati dei progetti di ricerca supportati dalla
Fondazione potranno essere presentati e discussi.