Innovazioni e resistenze nella pittura...

Alti Studi sull’Età e la Cultura del Barocco

2.4 – Alessia Rizzo 2017-11-13T16:25:30+00:00

Innovazioni e resistenze nella pittura a Parigi fra gli anni Venti e Trenta del Settecento
di Alessia Rizzo

La ricerca coinvolge il gruppo di pittori definito “generazione del 1700” (che include i celebri François Boucher, Carle Vanloo, Charles-Joseph Natoire, Pierre-Charles Trémolières, Pierre Subleyras, Jean-Siméon Chardin), affrontando l’argomento da un punto di vista d’insieme, generazionale appunto, e procedendo tramite il confronto di esperienze: il periodo di studio fra Parigi e provincia, il soggiorno di perfezionamento presso l’Accademia di Francia a Roma e i primi successi al ritorno a Parigi, fra gli anni Venti e Trenta del Settecento. Lo scopo è quello di mettere in luce le convergenze e le divergenze di stile e di generi pittorici affrontati da ciascuna delle varie personalità di un gruppo di artisti che rinnova lo scenario della pittura a Parigi negli stessi anni, ognuno seguendo le proprie peculiarità.

Il lavoro si sviluppa attraverso due linee di ricerca: uno studio comparativo dello stile dei pittori della “generazione del 1700” fra gli anni Venti e Trenta del Settecento, e l’analisi delle esposizioni di dipinti che si svolgono a Parigi in diverse occasioni e istituzioni, negli stessi anni: dalle poco note Expositions de la place Dauphine, ai celebri Salons, che accompagnano di pari passo la formazione e l’affermazione di questo gruppo di giovani artisti in Francia.

SCARICA IL VOLUME