Archivio Storico della Compagnia di San Paolo2021-12-23T13:23:55+01:00

ARCHIVIO STORICO DELLA COMPAGNIA DI SAN PAOLO

La Fondazione 1563 custodisce il patrimonio documentario prodotto dal XVI al XX secolo dalla Compagnia di San Paolo, testimonianza della sua storia plurisecolare lunga oltre 450 anni. I documenti derivano dall’antica Compagnia e dal Monte di Pietà, dalle Opere Pie di San Paolo e dall’Istituto Bancario San Paolo di Torino, e rappresentano una fonte di ricerca eccezionale per la storia piemontese e nazionale, in relazione con numerosi archivi italiani, a disposizione di studiosi, ricercatori e cittadini.

Tutela e valorizzazione dei beni archivistici

Un patrimonio archivistico “esteso” – oltre due chilometri lineari di consistenza – che la Fondazione 1563 si propone di valorizzare attraverso attività di ricerca a partire dai documenti conservati, seminari di studio, convegni, workshop archivistici, mostre, progetti di ricerca umanistica, pubblicazioni dedicate nelle collane editoriali e nelle monografie curate dalla fondazione stessa, anche in collaborazione con prestigiose case editrici italiane.

Accanto ai fondi archivistici, il passato della Compagnia e dell’Istituto Bancario è ripercorribile anche attraverso i volumi della biblioteca, che si compone attualmente di 5 fondi librari per un totale di oltre 12.500 volumi.

A questo prezioso patrimonio si affiancano due archivi di proprietà della Fondazione 1563, quello degli ingegneri Giuseppe e Bartolomeo Gallo, fonte importante per lo studio dell’architettura religiosa piemontese di fine Ottocento e metà Novecento, e del critico d’arte Angelo Dragone e della moglie Jolanda Conti, comprendente archivio e biblioteca.

I progetti di digital humanities sviluppati a partire dal patrimonio dell’Archivio Storico mirano non solo a diffondere e a valorizzare la conoscenza del posseduto, ma anche a favorire l’esplorazione di nuove forme di fruizione, attraverso innovativi strumenti digitali, attività di public history e archivistica partecipata.

La Fondazione 1563 implementa la creazione di strumenti di indagine utili alla ricerca e alla divulgazione del proprio patrimonio archivistico, laboratorio per sperimentazioni nell’ambito della ricerca rispetto a applicazioni e strumenti digitali, innestando collaborazioni con altri istituti, come Labont – Center for Ontology e Scienza Nuova Institute For Advanced Studies in Torino ‘Umberto Eco’.

Accessibilità degli archivi storici e fotografici

La gestione e valorizzazione degli archivi conservati sono connotate dalla scelta culturale e civile di mettere a disposizione della comunità il plurisecolare patrimonio documentario. Finalità che si attua anche attraverso il progetto D.A.C. – Digital Archives and Collections della Fondazione 1563, che rende accessibili e interrogabili sul web le fonti conservate in un unico ambiente.

DAC si implementa costantemente con la pubblicazione di nuovi inventari, cataloghi bibliografici e immagini delle numerose campagne di digitalizzazione realizzate. Ad oggi sono 8 gli inventari pubblicati (tra cui quello del Fondo Antico, completamente digitalizzato), 5 cataloghi bibliografici, 500.000 pagine digitali accessibili e scaricabili, consultabili nella Sala studio virtuale, attraverso strumenti di ricerca innovativi e versatili.

Il progetto della Fototeca digitale arricchisce il set di strumenti dedicati alla ricerca consentendo l’accesso ad un composito patrimonio fotografico: oltre 13.500 immagini che ripercorrono la storia dell’Istituto Bancario San Paolo di Torino e la collezione grafica degli ingegneri Gallo.

VAI AL SITO WEB

Notizie dall’area Archivio Storico

Bandi dall’area Archivio Storico

Torna in cima